Camera Conciliazione

Camera di Conciliazione

 

CAMERA di CONCILIAZIONE FORENSE NUORO

DIPARTIMENTO O.D.A. NUORO

Accreditato nel Registro del Ministero di Grazia e Giustizia al n. 324

Via Leonardo da Vinci n. 17 - Palazzo di Giustizia - 08100 - Nuoro

Tel 0784/37441 - 3272987600 - P. IVA 01382310918

P E O : conciliazioneforensenuoro@gmail.com  -  P E C : conciliazioneforensenuoro@legalmail.it


Ai sensi del D. Lgs del 4 marzo 2010 n. 28 è stato istituito dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Nuoro con delibera del 7 marzo 2011, l'Organismo di Mediazione Forense denominato "CAMERA DI CONCILIAZIONE FORENSE NUORO". L'Organismo ha lo scopo di provvedere stabilmente all'attività conciliativa e di mediazione attraverso: la promozione, lo sviluppo e la realizzazione di procedure di mediazione; la formazione di soggetti qualificati professionalmente per l'attività conciliativa; ogni altra iniziativa utile, direttamente o indirettamente, a promuovere ed a facilitare lo sviluppo delle procedure di mediazione.

LE ISCRIZIONI DELLE PROCEDURE DI MEDIAZIONE E LE RELATIVE ADESIONI DOVRANNO PERVENIRE PER MEZZO DEL PORTALE SFERA.

LE CREDENZIALI DI ACCESSO POSSONO ESSERE RICHIESTE CONTATTANDO LA SEGRETERIA DELL’ORGANISMO.


ORARI DI APERTURA DELLO SPORTELLO: LUNEDÌ, MARTEDÌ, MERCOLEDÌ e VENERDÌ dalle ore 10:00 alle ore 12:00


IN CASO DI MALFUNZIONAMENTO DEL PORTALE O OGGETTIVA DIFFICOLTA', PER LE ISCRIZIONI E LE ADESIONI È POSSIBILE TRASMETTERE LA MODULISTICA RIPORTATA IN FONDO ALLA PAGINA, SU SINGOLI FILES IN FORMATO PDF, A MEZZO POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA ALL’INDIRIZZO: conciliazioneforensenuoro@legalmail.it


Statuto             Regolamento ODM             Codice etico ODM

Regolamento per le mediazioni on line

Istruzioni operative Incontri di Mediazione online

UTILIZZANDO L’ISCRIZIONE ON LINE NON È NECESSARIO COMPILARE IL MODULO DELL’ISTANZA, POICHÉ LE INFORMAZIONI IVI CONTENUTE SONO INSERITE NELLE SEZIONI DEL PORTALE.

OCCORRERÀ ALLEGARE OBBLIGATORIAMENTE I SEGUENTI DOCUMENTI:

1. DELEGA PER L'ASSISTENZA IN MEDIAZIONE
2. DATI OBBLIGATORI ED INCARICO SPEDIZIONI
3. DOCUMENTO E TESSERA SANITARIA ISTANTE/I
4. COPIA DEL VERSAMENTO DEI DIRITTI DI SEGRETERIA (40,00 + IVA O 80,00 + IVA)

Per procedere all'iscrizione di una procedura clicca nel presente LINK


 Coordinate bancarie per versamento spese amministrative e oneri di mediazione:

C.C. intestato a “CAMERA DI CONCILIAZIONE FORENSE NUORO - ORGANISMO DI MEDIAZIONE”

Presso: BANCO DI SARDEGNA AG. N. 4 - NUORO

IBAN IT21P0101517306000035002100

Numero C/C 35002100

FATTURAZIONE ELETTRONICA: ORDINE degli AVVOCATI di NUORO - Cod. Fisc. 93002430911 - Codice Univoco ufficio: UFUPTA

Nome dell'ufficio: Uff_eFatturaPA


Allegati

ISTANZA DI MEDIAZIONENUOVO MODULO ISTANZA.pdf
MODULO DI ADESIONENUOVO MODULO ADESIONE.pdf
MODULO PRIVACYPRIVACY.pdf
CONSENSO ALLA MEDIAZIONE ON LINE E IMPEGNO ALLA RISERVATEZZACONSENSO ALLA MEDIAZIONE ON LINE E IMPEGNO ALLA RISERVATEZZA.pdf
DELEGA DI RAPPRESENTANZA SOSTANZIALEDELEGA DI RAPPRESENTANZA 2.pdf
Istruzioni operativeIstruzioni operative 03_01_2020af78.pdf
MODELLO INFORMATIVAMODELLO INFORMATIVA.pdf
Elenco MediatoriElenco mediatori 24_12_2019bd74.pdf
Scheda valutazione servizioScheda valutazione servizio_14_10_20162742.pdf
Spese di mediazioneSpese di Mediazione_17_10_20164243.pdf
REGOLAMENTO MEDIAZIONI ON LINERegolamento per le mediazioni on line.pdf
N.B. Le Linee guida per i siti web delle pubbliche amministrazioni, previste dall’art. 4 della Direttiva del Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione 26 novembre 2009, n. 8, suggeriscono l'uso dei formati aperti per la pubblicazione e l'archiviazione dei documenti. I formati aperti, ovvero specifiche pubbliche per a descrizione e l'archiviazione di dati digitali senza barriere di natura legale o tecnica, rappresentano oggi una opportunità preziosa per garantire l'accesso a lungo termine alla documentazione e ai dati prodotti dalla Pubblica amministrazione. Inoltre, in un’ottica di lungo periodo, l’importanza dell’utilizzo di formati aperti assume particolare rilevanza anche a fronte del processo di dematerializzazione che è attualmente in atto. Le pubbliche amministrazioni italiane, in coerenza con quanto già avviene nei paesi della Comunità europea, nella scelta dei formati da usare per la diffusione e archiviazione dei propri dati e documenti devono:
  • - evitare di imporre vincoli tecnologici ed economici agli utenti;
  • - assicurare interoperabilità tra i sistemi e flessibilità nell’utilizzo dei dati;
  • - evitare vincoli nei confronti di particolari produttori, favorendo la libera concorrenza di mercato;
  • - utilizzare standard che siano certificati e diffusi.
A differenza dei formati proprietari, i formati aperti non hanno misure di restrizioni legale per il loro utilizzo e vengono solitamente gestiti da enti di standardizzazione, i quali rilasciano le relative specifiche a disposizione di una comunità di sviluppo che a sua volta contribuisce all’evoluzione degli standard. I formati aperti hanno il vantaggio di poter essere gestiti da software proprietari, open source o da software libero, ciascuno con le proprie modalità di licenza, lasciando all’utente la possibilità di utilizzare la piattaforma che preferisce. A fronte di quanto detto, viene raccomandato l’uso dei seguenti formati aperti e standardizzati:
  • - HTML/XHTML per la pubblicazione di informazioni pubbliche su Internet;
  • - PDF con marcatura ( secondo standard ISO/IEC 32000-1:2008);
  • - XML per la realizzazione di database di pubblico accesso ai dati;
  • - ODF(1) e OOXML per documenti di testo;
  • - PNG per le immagini;
  • - OGG per i file audio;
  • - Theora per file video;
  • - Epub per libri.
(1) ODF è un formato standard internazionale per i documenti. I file ODF hanno le seguenti estensioni:
  • *.odt (word processor)
  • *.ods (fogli elettronici)
  • *.odp (presentatazioni)